INTERVENTI RIABILITATIVI NELLA DISCALCULIA

Chi si occupa del bambino affetto da discalculia deve effettuare una “presa in carico”cioè avviare un processo integrato e continuativo con cui si garantisce un insieme di interventi che promuovono la riduzione del disturbo, l’inserimento scolastico, sociale e lavorativo e lo sviluppo delle potenzialità dei singoli individui.

Chi si occupa del bambino affetto da discalculia deve effettuare una “presa in carico”cioè avviare un processo integrato e continuativo con cui si garantisce un insieme di interventi che promuovono la riduzione del disturbo, l’inserimento scolastico, sociale e lavorativo e lo sviluppo delle potenzialità dei singoli individui. Dopo la diagnosi, fatta da un centro specializzato o anche da una comune ASL viene previsto un intervento riabilitativo neuropsicologico sul disturbo in rapporto al profilo di sviluppo, all’età, alla classe, alle strategie attivate ai compensi utilizzabili. Inoltre viene  offerta alla scuola una consulenza psicopedagogica per la formulazione di programmi didattici ed interventi educativi mirati.

Importante il sostegno psicologico alla famiglia che promuove l’elaborazione e la gestione del disturbo e la prevenzione dei disturbi psicopatologici frequentemente associati: ansia-depressione; disturbo del comportamento.

Dott.ssa Marisa Allasia